V. 3 N. 6 (2022)

Ambienti di apprendimento innovativi. Ripensare gli spazi della scuola tra pedagogia, architettura e design

Autori

  • AA.VV.

DOI:

https://doi.org/10.57568/iulres.v3i6.410

Parole chiave:

Fascicolo completo

Abstract

Il dibattito accademico che affronta il tema dell’innovazione in ambito educativo da alcuni anni ha posto l’attenzione sul ripensamento delle architetture scolastiche e su come lo spazio fisico possa costituire una leva con cui l’innovazione stessa, nelle sue diverse dimensioni, può essere generata, condivisa e diffusa. Emerge un concetto di spazio scolastico orientato a una ricchezza degli spazi funzionali, formali e informali, interni ed esterni che deve necessariamente basarsi su una visione pedagogica condivisa, in modo da trasformare l’edificio scolastico in un’architettura per l’apprendimento, in cui la qualità delle relazioni educative e il benessere siano al centro.  

La realizzazione di un nuovo edificio scolastico o l’ammodernamento degli spazi esistenti di una scuola possono andare oltre la convenienza economica, le esigenze di spazio o di sicurezza. Una nuova architettura scolastica può essere un'opportunità per avviare un processo di innovazione educativa che abbia una ricaduta più ampia sul sistema scuola.  

All’interno di questo numero di IUL Research vengono ospitati contributi provenienti da vari settori scientifici, nel tentativo di approfondire piste teoriche e pratiche che diano spazio alle diverse prospettive che entrano in gioco quando si affronta un investimenti per il rinnovamento delle architetture scolastiche. 

##submission.downloads##

Pubblicato

2022-12-22 — Aggiornato il 2022-12-21

Come citare

AA.VV. (2022). V. 3 N. 6 (2022): Ambienti di apprendimento innovativi. Ripensare gli spazi della scuola tra pedagogia, architettura e design. IUL Research, 3(6), 1–323. https://doi.org/10.57568/iulres.v3i6.410
Bookmark and Share